Angelica dolce

A Pasquetta, come ogni 25 aprile ormai da anni, siamo andati alla fiera degli uccelli, per passare una bella giornata all’aria aperta in compagnia della mia piu cara amica e famiglia, cosi i nostri piccoli hanno finalmente potuto giocare insieme . Ogni anno i suoi genitori sono sempre gentilissimi con noi cosi io porto sempre una torta per loro, però visto il caldo ho  evitato creme varie ed ho optato per un’angelica dolce delle mitiche sorelle simili, da me però leggermente variata.

Lievitino

135 gr farina di forza(manitoba); 13 gr lievito di birra; 75 gr acqua 1 cucchiaino di malto d’orzo

Impasto

400 gr farina; 75 gr zucchero; 120 gr latte tiepido; 3 tuorli; 1 cucchiaino di sale; 120 gr di burro morbido (a pomata)

Ripieno

nutella

Ho Sciolto  il lievito nell’acqua e malto d’orzo e amalgamato alla farina, fatto lievitare fino a raddoppio.

In una ciotola mettere la farina a fontana ed al centro il latte i tuorli lo zucchero e il sale, impastare e  aggiungere il burro, quindi mettere sul tavolo e unire il lievitino impastando bene per almeno 10 minuti, ho fatto quindi lievitare fino al raddoppio.

Ho steso formando un rettangolo con spessore di circa 2/3 millimetri e ho spalmato la nutella (l’ho scaldata appena nel microonde per stenderla meglio), poi ho arrotolato e ho tagliato a metà per lungo. Facendo attenzione che il lato tagliato restasse all’esterno ho formato una treccia con i due pezzi dando una forma rotonda, ed ho fatto lievitare ancora per circa 40 minuti coperto con carta velina.Quindi ho infornato a 200° per circa 20/25 minuti.

Questa invece fù una delle prime torte che gli portai, e una delle mie prime torte con la tecnica dell’mmf.

Annunci

Ovetti ripieni

L’altro giorno al lidl ho trovato dei fantastici stampini in silicone a forma d’ovetto, naturalmente non ho saputo resistere e quindi me li sono comprati, poi però non volevo usarli per delle banali tortine , quindi ho deciso di fare degli ovetti di cioccolata ripieni di panna cotta e salsa mou una  goduria per il palato!

quindi ho iniziato preparando la panna cotta

Ingredienti:

3 fogli di colla di pesce; 500 ml di panna fresca; 1 baccello di vaniglia; 75 gr di zucchero

Prima di tutto ho messo in ammollo la colla di pesce in un po’ di acqua fredda per 10 minuti.

In un pentolino ho messo la panna con lo zucchero ed il baccello di vaniglia tagliato a metà e ho fatto bollire, ci ho aggiunto la colla di pesce ben strizzata mescolando per bene.

poi ho preparato la salsa mou

Gli ingredienti sono:

150 gr di zucchero; 150 gr panna liquida

Ho fatto  caramellare lo zucchero a secco (non troppo altrimenti la salsa risulta amarognola) poi ci ho aggiunto tutto in un colpo la panna bollente ho mescolato per bene.

infine ho preparato gli ovetti

ho sciolto 60 % di cioccolata nel microonde, e il resto l’ho  aggiunta poi, per fare un po di temperaggio del cioccolato casalingo , quindi ho preso lo stampino ci ho versato la cioccolata, togliendo quella in  eccesso, ed ho messo in frigo per circa 20 min. , ho fatto questa operazione per 2 volte per dare cosi consistenza alla cioccolata, che altrimenti troppo fine  si rompe subito.

Una volta pronti i gusci di cioccolata è arrivato il momento di riempirli, quindi ho messo circa un cucchiaio di salsa mou e poi sopra la panna cotta fino al bordo, e poi in frigo per almeno 4/5 ore.Passate queste ore ho chiuso con altro cioccolato fuso i miei ovetti, che dopo un’altra mezz’oretta in frigo, e tolti con molta delicatezza dai miei stampini, erano pronti per essere mangiati.

Colomba

Anche quest’anno ho voluto riprovare a fare la colomba, questa volta però senza pasta madre, purtroppo non ce l’ho piu …, comunque dicevo anche quest’anno l’ho fatta anzi l’ho appena sfornata ma se viene come le altre volte è molto buona!

La ricetta al solito l’ho presa da cookaround dove un magnifico pasticerre  ha deciso di postare la sua ricetta, e io prontamente l’ho copiata!

Primo impasto

Lievito madre 135; farina manitoba 390 gr; burro 155 gr; zucchero 105 gr; 3 tuorli; 150 gr di acqua con lo zucchero e fare sciogliere; 50 gr di acqua poco per volta.

Secondo impasto

Al primo impasto vanno aggiunti 85 gr farina; 15 gr miele; 4 gr sale; 30 gr zucchero; 3 tuorli; 30 gr burro fuso; vaniglia q.b.; cubetti d’arancio

Glassa

&5 mandorle, 65 noccioline tostate, 225 zucchero, albume q.b.

Al posto del lievito madre io ho fatto la biga prendendo 80 gr di farina con 15 gr di lievito di birra sciolto in 40 gr di acqua e ho amalgamato il tutto e l’ho fatto lievitare per un’ora circa fino al raddoppio.

Quindi ho fatto il primo impasto, alla biga ho aggiunto i tuorli ed ho impasto per circa 5 minuti finche non erano bene amalgamati, poi l’acqua con lo zucchero dopo il burro e tutta la farina, quando la pasta era ben legata ho aggiunto il resto dell’acqua, poi ho lasciato lievitare in una ciotola coperta per tutta la notte.

La mattina ho ripreso l’impasto  e ho aggiunto la farina il miele sale e zucchero quando la pasta si è bene legata ed ha formato una palla ho aggiunto uno ad uno i tuorli, poi il burro fuso in 2/ 3 volte ed in fine i cubetti d’arancia.

Ho fato riposare per un’ora sempre coperta da un panno, quindi ho diviso in 2 l’impasto (con questa dose ne vengono 2 da 750 circa) e ho messo nello stampo prima il pezzo che forma le ali poi il corpo, ho lasciato lievitare per circa 4 ore, fino quasi al bordo quindi ho messo la glassa ed ho infornato a 180° per circa 45 min

È arrivata la Pasqua e dopo una lunga mangiata da mia suocera, bravissima in cucina, è arrivato il momento del taglio della colomba quindi ho pensato di mostrare una foto del suo interno  visto che hanno detto era buonissima!

Cornice puzzle

La mia cara sorellina mi ha regalato un puzzle, e visto che non perdo una puntata di paint your life, ho deciso di farmi la cornice.

Cosi armata di cartone colori acrilici pennelli e spugnette mi sono messa al lavoro.Ho ritagliato il cartone con la colla vinilica l’ho incollato poi una volta asciutto, sono passata alla fase che piu mi piace colorare!! Con il pennello ho passato tutta la cornice di verde scuro finche il colore si asciugava, insieme al mio piccolo aiutante, ho ritagliato delle foglioline dal cartone e armati di spugnette e vari colori le abbiamo colorate in modo da ricreare i vari colori dell’autunno, poi le ho incollate sulla cornice e ho passato la vernice.

Carrello porta fiori

Per il mio limonaro ho deciso di provare a fare un carrello porta vasi, visto che  in commercio non ho trovato quello che cercavo.

Quindi ho preso il  fondo di una vecchia cassa, con l’aiuto di mio marito, l’ho tagliata e assemblata, questo ancora l’anno scorso poi però vuoi i due bambini piccoli vuoi mille altre cose non ero ancora riuscita a sistemrla bene, questo fino a questa settimana.

Ho voluto provare le bombolette spray colorate, visto che fra poco dovrò usarle per rimettere a posto i termi, e cosi ho portato i piccoli in giardino  ho iniziato a carteggiare, colorare usando una bomboletta di colore verde scuro e  subito sopra qualche spruzzata di giallo per dare un idea di primavera, infine ho passato il flatting per proteggere il tutto dalle intemperie!

      

Torta tre creme

Ed eccomi qui a parlare della mia passione per la cucina e per il bricolage (dopo qualche “insistenza” di una amica), come prima cosa ho deciso di inserire la ricetta per un dolce estivo , è una miscela di crema pasticcera  panna montata e crema di riso su una base di riso soffiato e cioccolata…ovviamente è meglio non pensare alla linea ma tuffarsi per assaporare un delizia per il palato!!!!

Quindi ci sono tre creme da preparare

80 gr di riso

500 gr di latte

una stecca di vaniglia

100 gr di zucchero

175 gr di zucchero ( io ne messo meno circa 130 gr)

300 gr latte

45 gr di fecola o maizena ( io messo 22 gr di maizena e 22 gr di amido di riso)

20 gr di gelatina ( io ne messi 12)

500 gr di panna montta

Per la base

150 gr di cioccolato bianco

50 gr di riso soffiato

Si scioglie il cioccolato e si aggiunge il riso soffiato mescolare bene bene e poi stenderlo nel fondo della tortiera cercando di livellare bene, si lascia in frigo a raffreddare.

Nel frattempo si mette a cuocere il riso nel latte con la stecca di vaniglia, fino a quando il riso avrà assorbito tutto il latte e sarà quindi diventata una crema, si toglie dal fuoco e si aggiunge lo zucchero.

Si passa poi a fare la crema pasticcera, mentre il latte bolle sbattere i tuorli con lo zucchero e  mettere le due farine, quando il latte prenderà il bollore aggiungere il composto  aspettare che riprenda il bollore e mescolare bene per qualche minuto,  si aggiungerà la gelatina precedentemente ammolatta.

Quando le creme si saranno freddate montare la panna e mescolare le tre creme, mettere il composto cosi ottenuto nella tortiera livellare bene, lasciare riposare in frigo per almeno 4/5 ore ( meglio è se la si fa il giorno prima)

Poi se si vuole si può decorare con cioccolato sciolto con la panna.

Questa della foto me l’ero fatta per un compleanno

Ovviamente questa non è una ricetta di mia invenzione, magari fossi così brava!!! l’ho trovata su cookaround e a sua volta la cookina l’aveva presa se non ricordo male da la prova del cuoco.