La cena del riciclo

cena del riciclo

Mio marito oggi mi chiama e mi dice che per la cena stasera potrei fare qualcosa con la polenta avanzata di ieri, ma quando l’ho presa in mano mi sono accorta che c’era poca poca ed io a cena ho tre personicine affamate, mooolto affamate, così a riciclo ho aggiunto riciclo finendo  pane pezzi  cracker e formaggio.

Ingredienti:

Polenta, pane , formaggio asiago, porri, wurstel, cracker, salvia, rosmarino, strutto.

Preparazione:

Rosolare il porro nello strutto e aggiungere la salvia e rosmarino,  tagliare a fettine la polenta e metterle in una teglia da forno, sopra mettere il porro con le spezie,  tagliare a fette i wurstel e metterli sopra, e con il formaggio asiago pane e cracker ho fatto una specie di crumble che poi ho messo sopra, messo il tutto nel forno della stufa, che tanto amo, e dopo circa 20 minuti ho servito a tavola, è piaciuto molto specialmente al nanetto che non a caso è un’amante della polenta!!!

cena del riciclo 2

Con questa ricetta partecipo al molto carino e utile contest il RICICLO…dall’ antipasto al dolce

Celentani con crema ai broccoli

Ieri micolas è venuto a casa dall’asilo dicendo che a mezzo giorno c’erano i broccoli da mangiare ma che lui non li aveva mangiati perché non gli piacciono, ovviamente gli ho chiesto se gli avesse assaggiati e lui ha risposto che no, non l’aveva fatto perché non sono buoni.Così li ho detto che un giorno avrei provato a farglieli e lui almeno avrebbe capito se veramente gli piacciono assaggiandoli.

Stamattina al super cosa ti vedo? degli splendidi broccoli….ma come fare a renderglieli appetitosi?

Semplice con la sua amata pasta!

celentani con i broccoli

Ingredienti:

Broccoli, porro, carota, sedano, pane “vecchio”, nocciole, celentani, philadelphia, formaggio asiago.

Preparazione:

Lessare i broccoli, sminuzzare sedano carota e porro e rosolarli, quindi aggiungervi i broccoli.Frullare il pane con le nocciole e rosolarli con un po di burro.Nel frattempo lessare la pasta.Passare al minipimer i broccoli aggiungendo philadelphia  formaggio asiago ed un po di olio, aggiungere la pasta lessata ed il pane rosolato mescolare bene e servire.

Mentre mangiavamo ho chiesto piu volte a micolas se gli piaceva la pasta, non gli ho detto subito con cosa era, a fine pasto dopo che ormai mi aveva detto piu e piu volte che la pasta era molto buona gli ho svelato che era condita con crema ai broccoli……ha fatto una bocca storta…… però poi riavutosi dalla sorpresa ha detto che potevo farla ancora!!!

Pasta madre

Questa meraviglia che fa lievitare pane torte panettoni briosche e quant’altro ci passa per la mente di fare nelle nostre cucine.

Una volta l’avevo fatta e l’usavo con ottimi risultati direi poi però con la nascita del secondo figlio no avevo piu il tempo di curarla e così poverina se ne è andata… Però però il pensiero di quella meraviglia era sempre nella mia mente, e cosi finalmente mi sono decisa a rifarla seguendo gli ottimi consigli della superba marble 

Ed allora giovedì l’ho impasta usando 200 gr di farina manitoba, 90 gr di acqua (non fredda), 1 cucchiaio di olio evo,  cucchiaio di malto d’orzo.

pasta madre 1

il sabato era cosi

pasta madre 2

la domenica cosi ben fermentata, ero così orgogliosa!!

pasta madre 3

Poi però bisogna rinfrescarla così come dice marble

“ una volta ottenuta per mantenerla “viva” è necessario procedere con i rinfreschi

cosa significa “rinfrescare”: è necessario dare alimenti nuovi alla nostra pasta madre per farla continuare a vivere e a continuare il ciclo di produzione dei fermenti che ci serviranno per far lievitare i nostri prodotti

come si effettua il rinfresco

per ogni 100 gr di pasta madre aggiungere 100 gr di farina e 45-50 gr d’acqua e reimpastare il tutto

il rinfresco andrà effettuato ogni 2-3 giorni se la teniamo a temperatura ambiente, se la teniamo in frigo ogni 5-7 giorni, avendo la cura di levarla dal frigo qualche ora prima del rinfresco, in modo che si riattivi”

io ai 100 gr di pasta madre aggiungo 60 gr di farina manitoba e 40 di farina 00 tutte ovviamente del molino casarotto e 45 gr di acqua .

pasta adre rinfresco

pasta adre rinfresco 2

Ora non vedo l’ora di poterla utilizzare!!

Polenta bianca al forno con sorpresa

polenta al forno

Quest’estate quando eravamo in ferie in montagna uno dei nostri piatti preferiti era la polenta al forno….

Mi ero riproposta, una volta tornata a casa di rifarlo, ma poi in luglio era troppo caldo per farlo poi una cosa poi l’altra e quasi mi ero dimenticata di questa prelibatezza…

Ieri però sono andata a fare spese alla grancasa, dovevo prendere un gioco per mio marito il beyblaid che ormai ci si è appassionato piu lui che il piccolo ma va bè, dato che ero li ho deciso di fare un giro per il negozio ed ho visto queste terrine da forno molto carine e idea , ma certo monoporzioni di polenta al forno!!

Sono andata nel mio negozio preferito a prendermi la farina, poi ho preso il formaggio asiago e i funghi porcini, ed oggi mi sono messa all’opera nell’intento di replicare almeno in parte quella bontà!

Ingredienti:

Polenta, formaggio asiago, funghi porcini , porri burro

Preparazione:

Per prima cosa ho preparato la polenta quindi ho messo a bollire l’acqua quando ha raggiunto il bollore o buttato la farina a pioggia, e l’ho cotta per mezz’ora circa. Nel frattempo ho fatto rosolare il porro e ho messo i funghi porcini a pezzi.Pronti questi due ingredienti inizia il bello la preparazione vera  propria.

Ho imburrato le terrine messo la polenta il formaggio a pezzi i funghi sopra ancora polenta qualche pezzetto di formaggio e burro. ( per i piccoli le ho fatte senza funghi)

polenta al forno preparazione

Poi le ho infornate nel mio amatissimo forno della stufa con le “bronce” sotto!!!polenta al forno in forno

Ed eccole qua uscite dal forno dopo circa 20 minuti

polenta al forno uscita dal forno

polenta al forno mauri

Gnocchetti verdi al radicchio e mela

gnocchetti radicchio mela

Quando ero piccola uno dei miei piatti preferiti erano gli gnocchi al  pomodoro, ricordo ancora quando la mia cara mamma li preparava ed io monella e golosa da sotto la tavola allungavo la manina e gliene rubavo un po da mangiare ancora crudi, quando poi in tavola arrivava il piatto con i gnocchi cotti con il loro sughetto al pomodoro, ovviamente la passata senza buccia che già allora ero delicatissima per queste cose, era una festa per gli occhi, il palato, un profumino delizioso…. per anni ho pensato che il solo modo per mangiare gli gnocchi fosse con il pomodoro, proprio non riuscivo a concepire un altro modo per farlo….

Ora invece sono in vena di sperimentazioni cosi l’altro giorno mi sono lasciata vincere dal frigo del supermercato e ho preso i gnocchetti di patate e spinaci, devo dire che per essere gnocchi in busta sono buoni, e del radicchio, poi però al momento della preparazione ho guardato in faccia mio figlio piu piccolo, eravamo noi soli per pranzo, ed ho pensato ma se glieli faccio al radicchio che per lui uguale amari me li mangia??? ovviamente no cosi mi guardo intorno e vedo delle stupende mele trentine molto mature quindi zuccherine dolci ed ho pensato perchè no? Così ho dato il via al mio esperimento.

Ingredienti:

Gnocchetti verdi, mela matura, radicchio rosso, ricotta, prosciutto cotto, porro.

Preparazione:

Ho fatto rosolare il porro, ho aggiunto il radicchio con la mela a pezzi l’ho cotto per qualche minuto e ho passato il tutto con il minipimer, ho aggiunto la ricotta e per ultimo il prosciutto cotto a pezzettini.

Intanto ho passato per qualche minuto nell’acqua bollente i gnocchetti che poi messo nella padella con il sughetto per ultimare la cottura… buonissimi mathias se li è mangiati tutti!!!

Al Sealife di gardaland con macdonald home made!!

Sabato, finalmente dopo un mese passato rinchiusi in casa per l’influenza,siamo andati al Sealife di Gardaland 

gardaland sea life 1

un posto bellissimo i bimbi si divertiti un sacco a guardare tutti i pesci, mathias non lo si riusciva a spostare dai vari acquari!!

gardaland sea life 2

e c’era veramente di che incantarsi a vedere tutte queste meraviglie della natura

 

gardaland sea life 3

anche gli acquari stessi molto belli sembrava di fare un giretto al lago

gardaland sea life 4

una cura per il benessere delle varie specie e per i particolari con pochi eguali

 

gardaland sea life 5

e dopo tutte queste meraviglie …

il pranzo èèèè ho 3 affamati che devono avere  la “pappa” a portata di mano

Cosi la sera prima ho preparato le bistecche di pollo panate solo che questa volta le passate in padella ed il pane..

Con le bistecche panate ci voleva un pane che fosse leggero ma buono

Ingredienti:

600 gr di farina manitoba, 40 gr di strutto, 1 cucchiaino di malto d’orzo, 1 cucchiaino di zucchero, 1 cubetto di lievito di birra, sale, e acqua q.b.

preparazione.

Sciolgo nell’acqua il lievito di birra con il malto e lo zucchero, in una ciotola setaccio la farina e aggiungo l’acqua con il lievito  e lo strutto, amalgamo il tutto e per ultimo aggiungo il sale, quindi impasto per una decina di minuti, è un ottimo anti stress!! Lascio lievitare fino a raddoppio, a casa mia vicino con il calore della stufa bastano un paio d’ore, poi divido l’impasto e formo dei panetti e li faccio lievitare poi in forno a 200° gr .

 

pane lievitazione

Li ho lasciati raffreddare, tagliati a metà  ho messo una fettina di pollo panata una sottiletta e rimessi in forno per pochi minuti …. buonissimi!!

panino

Fattoria e recinto con gli animali per la Befana

La befana vien di notte

con le scarpe tutte rotte

viene e bussa alla tua porta

sai tu dirmi che ti porta?……

fattoria befana 2012

Ai miei bimbi, visto che sono stati buoni buoni, quest’anno la befana ha deciso di portare anche un recinto con stalla e mangiatoia per gli animali della fattoria!

L’idea è nata quando durante la preparazione del presepe ho visto che ai miei piccoli piaceva molto giocare con la capanna gli animali e il resto… cosi ho pensato, insieme a mio marito di fargli una piccola fattoria da usare tutto l’anno.

Così mi sono armata di legno, colori acrilici, sega e quant’altro e alla sera quando i bimbi dormivano, di giorno ma nella stanza piu fredda della casa dove i piccoli non entrano di solito, l’ho fatta, sta iniziando, ad essere molto difficile preparare le cose di nascosto… quello piu grande è sempre più furbo e piu di una volta stava per scoprire il tutto.

fattoria prerazione

Ho preso una tavola di legno spessore 3 mm poichè poi non deve essere molto pesante,e  l’ho colorato con il colore acrilico verde e nel contorno, dove l’erba è piu consumata, di marrone.Nel frattempo ho tagliato a misura giusta le stecche per lo steccato ed il cancello ed le ho colorate di marrone.Una volta asciutti ho attaccato con la colla i 4 angoli e poi fissate con le viti da sotto, e dopo ho attaccato e poi fissato con lo spago le stecche del recinto e lasciato asciugare

.fattoria preparazione casette

Poi con il cartone, (le famose scatole dei pannolini che qua non si butta niente) ho ritagliato le sagome della fattoria e mangiatoia incollate con la colla a caldo colorate con l’acrilico e una volta asciugate ho passato dappertutto il flatting.

Ed ecco cosa hanno trovato questa mattina sulla tavola i miei tesori… fattoria befana 20122

un invasione di dolci e animali, naturalmente come prima cosa si sono riempiti la pancia … ma poi spostato il tutto per terra si sono divertiti con cavalli mucche maiali ecc

fattoria befana 2012 micolas mathias

Buona Befana a tutti!